mercoledì 7 dicembre 2016

Recensione "Il sussurro del lago" di Alessia Litta

Buongiorno cuori librosi,
nella recensione di oggi, vi parlo di un romance carinissimo di Alessia Litta, "Il sussurro del lago".
Buona lettura!


Acquistalo, QUI


LA RECENSIONE:

"Un sorriso e uno sguardo , e il suo cuore si era subito trasformato in un martello pneumatico. Se bastava così poco per mandarla in confusione, la resa rischiava di arrivare fin troppo presto. Sperava davvero di riuscire a tenere sotto controllo quel gioco ai fidanzatini."

Manon e Roul sono i classici vicini che si detestano. Vivono uno di fronte all'altra e non potrebbero avere personalità più diverse:  Manon è una tranquilla libraia, delusa dall'amore e dalla sua stessa famiglia; Raoul, invece, è un ex campione di rally che si nasconde dietro lo stereotipo di bello e dannato. 

"Perché la verità era che Raoul aveva l'effetto di una bomba su di lei, risvegliava emozioni forti.  Sapeva essere gentile, premuroso, attento ai suoi desideri. E nello stesso tempo c'era una parte di lui che la turbava. Una parte che lui teneva nascosta, ma che poteva emergere con violenza."

L'idea di trascorrere il Natale insieme, nei lussureggianti paesaggi di Annecy, non potrebbe essere più assurda ma, per motivi diversi, costituisce un buon compromesso per entrambi. 
Fingere di essere una vera coppia si rivela, da subito, un compito complesso. Appianare le divergenze caratteriali sembra, infatti, un'impresa impossibile.

Il lago di Annecy fa da contorno ad una storia complessa fatta di rancore, segreti e rimpianti. Forse non tutto è perduto.
Forse, l'amore può ancora compiere la sua magia e cambiare per sempre le vite di Manon e Raoul.

Le storie di Alessia Litta sono sempre ambientate in posti magici e e bucolici.
Il lago di Annecy non è da meno e costituisce lo sfondo perfetto per un romanzo intenso e profondo.
I due personaggi, come vi ho accennato prima, non potrebbero essere più diversi tra loro. Entrambi, però, sono accomunati da una forte sofferenza interiore che cercano di mascherare come possono.
La loro relazione, che si evolve in crescendo, mostra tutte le loro debolezze e fragilità.
La trama può sembrare scontata e poco articolata, ma ha una sua linearità e concretezza.
Lo stile dell'autrice è delicato ed elegante, dolce ma non stucchevole.
E' stata, senza dubbio, una piacevole lettura, la consiglio!




3 commenti:

  1. Il titolo e la copertina mi hanno attratta e anche la tua recensione positiva mi ha incuriosita.. grazie Marta ��

    RispondiElimina
  2. Bella recensione e mi ha incuriosito!grazie

    RispondiElimina