venerdì 31 marzo 2017

Recensione "La meraviglia di essere simili" di Daniela Volonté

Buon pomeriggio lettori,
finalmente trovo cinque minuti per parlarvi di un romanzo bellissimo che è finito diretto tra i miei preferiti di quest'anno. Si tratta de "La meraviglia di essere simili" ed è l'ultimo libro di Daniela Volonté, edito da Newton Compton.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Siamo l'uno di fronte all'altra. Ha lo sguardo afflitto, ma non mi preoccupo perché so che Alex è forte. Non è come i suoi coetanei, lui è già un uomo."

Si dice spesso che l'amore non ha età e quando ci capita di vedere un uomo, anche molto maturo, con una donna più giovane non battiamo ciglio. Ma se l'amore scatta tra una venticinquenne insegnante e uno suo studente quasi diciottenne? E' giusto? E' sbagliato? E' immorale? Non ho intenzione di dare un giudizio su questo, mi limiterò a raccontare, così come l'autrice, la storia di due spiriti affini, quelli di Elisabeth e Alex, accomunati da tante, troppe esperienze negative. Lei è la sua ultima speranza, l'ultimo raggio di sole in un'esistenza fatta di bugie e segreti; l'ultima possibilità per un ragazzo cresciuto troppo in fretta, ma dall'animo nobile e gentile.

"Come faccio a spiegarle le emozioni che m'invadono se non sono chiare neanche a me? Tuttavia, tento di farle capire quello che provo senza sembrare pazzo e provando a usare le parole giuste. Vorrei farle comprendere che con lei mi sento diverso... O meglio, che con lei sono me stesso!"

Alex vive con una madre depressa e alcolizzata e una sorellina più piccola che sta cercando di salvaguardare ad ogni costo. Quando non è a scuola, lavora e si occupa di lei e della gestione della casa. Non ha idea di cosa significhi la parola 'spensieratezza', perché non l'ha mai sperimentata. Nella sua nuova professoressa di economia, Elisabeth per l'appunto, trova un punto di riferimento, una confidente, qualcuno che crede in lui e nelle sue capacità. Per entrambi è difficile ammettere quell'affinità sempre più forte, per ovvi motivi. Più trascorrono del tempo insieme e più diventa difficile negare quelle emozioni bellissime che stanno sbocciando tra loro. Sarà poi così sbagliato provare un po' di felicità dopo tanta sofferenza?

"Desidero che tu sia mia per sempre.
Vivevo nell'ombra prima che tu arrivassi.
Ogni giorno uguale all'altro.
Ma il mio sole mi ha trovato e voglio tenerlo il più stretto possibile."

Non mancano i dubbi e le incertezze, la paura del giudizio degli altri, la paura di un sentimento così viscerale e puro. In un crescendo emozionale, l'autrice ci guida in un meraviglioso epilogo, sospirato e combattuto. 

Per quanto mi riguarda, questa è una storia eccezionale che ha nulla da invidiare ai romanzi alla Colleen Hoover, anzi! La storia di Alex ed Elisabeth mi è entrata nel cuore fin da subito. La profondità con cui l'autrice costruisce e cura questi due personaggi, li fa entrare in completa sintonia con il lettore. I temi trattati, non sono dei più facili e l'autrice li ha affrontati tutti in maniera esemplare e delicata. Si parla di depressione, si parla di suicidi, tentati e riusciti, si parla di un ragazzo alle prese con responsabilità più grandi di lui e di violenza sulle donne. Come avrete capito, non si tratta del classico romanzetto stile commedia americana. L'happy ending è tutt'altro che scontato. I personaggi dovranno combattere per la propria felicità e per far valere un sentimento profondo e forte. Mi è sempre piaciuta la scrittura di questa autrice, ma ho visto un ulteriore salto di qualità. La sua prosa scorrevole ed elegante ci accompagna con dolcezza, e allo stesso tempo con decisione, tra gli alti e i bassi della trama. Il doppio narratore ci aiuta a carpire ogni sfumatura e a vedere ogni evento da entrambi i punti di vista dei protagonisti. 
Penso sia il libro più bello scritto da Daniela Volonté, finora.
Promosso a pieni e voti e consigliatissimo!



[Blogtour] "Consigli Pratici per uccidere mia suocera" di Giulio Perrone




Buongiorno lettori,
oggi ho il piacere di ospitare il blogtour dedicato "Consigli pratici per uccidere mia suocera", di Giulio Perrone, edito da Rizzoli.
In questa tappa vi faccio conoscere meglio il libro con la recensione.
Buona lettura!



Acquistalo, QUI


LA RECENSIONE:

"Le sto dicendo che lei si rifiuta di vivere le emozioni, di soffermarsi su quello che prova, e l'unica strada che conosce è quella della fuga. Per questo sono contenta  che finalmente oggi si stia almeno scuotendo. Non può pensare davvero che il suo comportamento di ieri sia normale. Si rassegni al fatto che prova delle emozioni anche se si ostina a ignorarle."

Una parola per definire Leo? Indeciso, terribilmente indeciso. Nonostante l'età e una matrimonio fallito (?) alle spalle, non è in grado di prendere decisioni definitive a breve e a lungo termine. Non è stato in grado nemmeno di lasciarsi alla spalle definitivamente l'ex moglie, Marta, passata dallo status dignitoso di compagna della vita ad amante segreta, visto che il caro Leo non ha perso tempo a trovarsi comunque una nuova complice, Annalisa, giovane e ingenua fanciulla. Nemmeno il campo lavorativo gli dà troppe soddisfazioni, anzi. Il capo l'ha coinvolto in un assurdo progetto segreto e la sua assunzione in pianta stabile nella casa editrice, dipende da un'idea geniale per uccidere una suocera. La vita di Leo fa acqua da tutte le parte, il caso è chiuso.

"In un posto sporco e impolverato non posso fare a meno di immaginare una vita. Forse quella che poteva essere, forse quella che vorrei.
Questione di impegno e dedizione.
Questione di sogni e, perché no, di emozioni.
Ma soprattutto questione di scelte. Posso davvero continuare a fare in modo che sia tutto affidato agli altri o, ancora peggio, al caso?"

Può dare la colpa a un cattivo esempio ricevuto, suo padre non ha di certo vinto il premio del 'Miglior papà dell'anno', ma alla fine della fiera, la situazione perennemente in bilico in cui vive, è soltanto la conseguenza di tutte le decisioni non prese, del tempo che passa e della vita che scorre comunque, con o senza Leo. Una notizia inaspettata, lo mette di fronte al fallimento totale della sua vita come uomo, come figlio e come compagno. Forse, dopo anni, è arrivato il momento di prendere in mano le redini della sua esistenza. Un vero uomo il destino se lo crea da solo.

Questo romanzo è stato tutto il contrario di ciò che mi aspettavo. Dal titolo e dalla copertina, ho immaginato un certo tipo di storia, una nuora arrabbiata in cerca della soluzione per un delitto perfetto. Invece mi sono ritrovata l'apatico Leo, un uomo che fugge qualsiasi tipo di impegno gravoso o definitivo. Un uomo che si separa, trova una nuova compagna e la tradisce con l'ex moglie in una fiera dell'assurdo continua. Nonostante lo smarrimento iniziale, però, la storia non mi è dispiaciuta, anzi. Dopo averlo inizialmente detestato, sono arrivata anche a fare il tifo per Leo, l'indeciso. Sono sempre stata una sostenitrice del motto 'meglio tardi che mai', perciò ho apprezzato molto l'epilogo.
 Il mio personaggio preferito è Dustin, padre folle di Leo. Vi giuro che è un tipetto niente male, nella sua pazzia e nel suo essere sfuggente ha un fascino senza tempo. Per quanto riguarda Marta e Annalisa, non ho amato particolarmente nessuna delle due: sono due opposti, una decisa e diretta (forse anche troppo), l'altra dolce, ingenua e spaurita.
Il titolo non è poi così dettato dal caso, in quanto si riferisce ad un progetto lavorativo del protagonista, una sorta di bando di assunzione. L'idea migliore per uccidere una suocera, senza destare sospetti, ovviamente, è il biglietto di sola andata per il posto fisso. Devo dire che alcune idee non erano male, ho preso appunti. L'autore ha una prosa travolgente, il libro si legge in pochissimo tempo e ha una sua linearità. La trama è tutt'altro che scontata e alterna momenti e situazioni esilaranti ad altre più posate e serie. E' stata una lettura diversa, la consiglio.



Volete vincere una copia del libro e un'agendina bellissima piena di citazioni librose?



Compilate il form e incrociate le dita 💓

a Rafflecopter giveaway


Vi lascio il calendario delle altre tappe 👇




giovedì 30 marzo 2017

Post-It d'autore #5

Buongiorno lettori e ben trovati con la rubrica dei 'Post-it d'autore'.
Sono prontissima con le tre citazioni che ho scelto questa settimana.
Buona lettura!





La prima citazione è tratta da un libro bellissimo di Amy Harmon, 'Infinito +1'



La seconda citazione, invece, è tratta dal primo libro della serie dedicata a 'The Originals'.
Una storia che mi appassiona tanto quanto la serie televisiva.



L'ultima citazione è tratta da uno dei miei romanzi preferiti, 'Il primo caffè del mattino' di Diego Galdino.




Vi ricordo i blog delle mie compagne di avventura!
Appuntamento alla prossima settimana!





[Domino Letterario] "Non dirgli che ti manca" di Alessandra Angelini



Buongiorno lettori,
anche queste mese partecipo al domino letterario, un'iniziativa in collaborazione con altre colleghe blogger in cui tutte le letture vengono scelte e collegate come in un gigantesco domino libroso.
Per la mia tessera, ho scelto un libro che avevo acquistato tempo fa e che non avevo ancora avuto il tempo di leggere. Si tratta di "Non dirgli che ti manca" di Alessandra Angelini.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Per strada mi sentivo agitata, ansiosa, ma di un nervosismo buono, di quelli che ti riempiono di entusiasmo. Avrei inseguito quell'illusione fino in fondo. Ovunque mi avesse condotto."

Quando Isabella incontra per la prima volta i Bad Attitude, non sa quanto quel gruppo di scapestrati cambierà la sua vita. In particolar modo Denis, batterista della band, innesca una reazione quasi istantanea, un'attrazione irrefrenabile. I motivi per stargli lontano sono moltissimi, le loro vite e le loro aspirazioni viaggiano su piani diametralmente opposti. Ma è anche vero che al cuore non si comanda.

"Eravamo due piume strappate dalla stessa ala, indifese, ci avvicinavamo e allontanavamo in una spirale fatta di lacrime e sorrisi, carezze e schiaffi. Anime gemelle destinate a riunirsi, appena prima di cadere."

Il rapporto tra i due non fila proprio liscio. Isabella non riesce a fidarsi di Denis e dubita di lui in continuazione. Il fatto che la sua famiglia le abbia dato un ultimatum, proprio a causa di questa frequentazione, non aiuta. Perso il sostegno economico dei genitori, la ragazza deve rimboccarsi le maniche se vuole proseguire sul lungo percorso per diventare medico. La vita con la band diventa via via una routine, i ragazzi diventano come una famiglia, per lei. Anche Denis ce la mette tutta per dimostrarle che prova un interesse reale e che non si tratta di un capriccio del momento.

"Lasciarsi trasportare, seguire la corrente, schiavi delle abitudini e di una visione limitata del mondo non costava fatica; decidere di ribellarsi, di cambiare, era il vero atto di coraggio."

Segreti e incomprensioni minacciano costantemente una storia che si trova sempre sul filo del rasoio. 
Alcune differenze, alcuni avvenimenti, sono difficili da superare. Entrambi hanno un forte temperamento e non hanno intenzione di cedere. Forse, la musica e i sentimenti, riusciranno a far pendere l'ago della bilancia sull'esito di questa relazione, qualunque esso sia.

Sinceramente non so da dove iniziare con questo libro. Avevo molte aspettative e avevo sentito tantissimi pareri positivi ma non ne sono rimasta colpita. I protagonisti sono un cliché ambulante, non c'è profondità nei loro sentimenti e nemmeno nel loro rapporto. Ho preferito di gran lunga i momenti con la band al completo e i sentimenti di amicizia che, al contrario, sono stati ampiamente descritti. 
La trama è abbastanza prevedibile, avrò letto almeno un'altra decina di libri con questa tematica. Alcune parti sono terribilmente lente, mentre altre troppo veloci. Non ci sono vie di mezzo.
Una nota positiva? La prosa che, perlomeno, è scorrevole da leggere. 
Avrei preferito maggiori descrizioni e più spessore nel descrivere situazioni, ambientazioni e sentimenti. La storia di base non è neppure malvagia ma, a mio avviso, andava sviluppata meglio.
Mi spiace ma non ne consiglio la lettura, peccato.



mercoledì 29 marzo 2017

W.W.W. Wednesday #10

Buongiorno e benvenuti al consueto appuntamento con la rubrica del W.W.W. Wednesday.
Sono prontissima per mostrarvi i titoli che mi accompagnano questa settimana!


1. Quale libro hai finito?


Acquistalo, QUI

Era la prima volta che mi confrontavo con questa autrice e il romanzo non mi è dispiaciuto.
Ve ne parlerò sul blog nei prossimi giorni.


2. Quale libro stai leggendo?


Acquistalo, QUI

La copertina è fantastica e rende bene solo dal vivo. La storia non sembra male, ma vi farò sapere strada facendo.


3. Quale libro leggerai?


Acquistalo, QUI

Ho recuperato pian piano i precedenti e adesso non vedo l'ora di scoprire cosa succede nel magico mondo del gioco di Hyperversum.



Come sempre, aspetto i vostri commenti e le vostre letture.
Appuntamento alla prossima settimana!



sabato 25 marzo 2017

Recensione in ANTEPRIMA "Crash" di Barbara Poscolieri

Buon pomeriggio lettori,
voglio parlarvi di un romanzo che ho avuto il piacere di leggere in anteprima per la Dunwich Edizioni.
Si tratta di "Crash", scritto da Barbara Poscolieri. Una storia che inaugura la nuova collana Dunwich Life che si distanzierà totalmente dai toni horror/ fantasy che contraddistinguono, da sempre, questa casa editrice.
Non mi resta che augurarvi una buona lettura!


Data di uscita: 27 Marzo
Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Seduto senza gambe su una sedia a rotelle, Alessandro troneggia sorridente su tutti loro.
Probabilmente è l'unico a credere che il suo sogno sia ancora possibile, ma non importa."

Nelle gare automobilistiche, un millesimo di secondo può fare la differenza: per una qualifica, per un posto sul podio o per un incidente che ti cambia la vita per sempre. Alessandro Alari è all'apice del successo quando tutto finisce. Hanno dovuto amputare entrambe le gambe, fino al ginocchio, e ritornare in pista è un'ipotesi quanto mai improbabile. Eppure Alessandro non sembra poi così scoraggiato dalla cosa, deve ancora rendersi conto della portata dei danni subiti e del fatto che la sua vita non sarà più la stessa.

"Capisce ora che su quella curva non ha lasciato solo la sua macchina e le sue gambe. Lì è rimasta anche la vita che conosceva: si è frantumata nello scontro assieme al muso della Speed-Y e poi la pioggia l'ha cancellata dal mondo come ha cancellato il sangue dall'asfalto. Lì è rimasta la sua carriera, è rimasto il suo futuro e sono rimaste le sue speranze.
Lì è rimasto Alessandro."

Sostenuto dalla famiglia e da Federica, la sua storica compagna, Alessandro ricomincia pian piano a vivere. Spera di poter tornare in pista al più presto, ma qualche modifica non può cancellare quello che è stato e nemmeno i limiti che deve, obiettivamente, affrontare a causa della sua menomazione.
Che senso ha sottoporsi ad ore e ore di dolorosa fisioterapia se non potrà più tornare in pista?
Su quell'asfalto Alessandro ha perso tutto, e forse, è meglio abbandonare ogni sogno di gloria e affrontare a testa bassa la realtà e una vita fuori dai box.

"Non ho più le gambe, Fede."

"Direi che ce ne siamo accorti un po' tutti."

"Tu meriti di più."

"Che c'entra un paio di gambe con il valore di un uomo, Ale?
Che c'entra un paio di gambe con l'amore?
Io amo te, amo ciò che sei, con o senza gambe."

E' difficile cambiare il nostro essere, Alessandro lo sa bene. Non riesce a stare lontano dai motori.
Per quanto sia terrorizzato dal fatto di non essere all'altezza, di non essere abbastanza in forma per stare al passo con i colleghi normodotati, decide di tornare in pista e mettercela tutta. La sua Federica è al suo fianco, così come i due fierissimi genitori e questa, in fondo, è la sua vittoria più grande!

Che dire di questo libro? Sono rimasta davvero senza parole, ed è una cosa rara.
Ho amato moltissimo la storia di Alessandro, in ogni sua parte. Ho apprezzato il suo personaggio: i dubbi, la paura di non essere abbastanza, l'incertezza di una vita senza gambe, la perdita dell'indipendenza. Il trauma è forte, di quelli che ti cambiano per sempre, eppure è riuscito a non perdersi. Trovo che rappresenti un grande esempio di vita, nel suo piccolo. Federica è il personaggio che ho amato di più in assoluto, è una donna che ama incondizionatamente, anche quando il gioco si fa duro; la sua dolcezza è disarmante. Un plauso all'autrice per aver affrontato in maniera perfetta una tematica così delicata. Attraverso una prosa scorrevole ed elegante, ci ha insegnato che gli ostacoli si superano, anche quando è dura farlo. E' un romanzo originale, di sconfitte e di vittorie, di amore e di dolore. Una storia reale, che ti smuove qualcosa dentro e diventa parte di te. Senza dubbio ha conquistato un pezzetto del mio cuore, dobbiamo vivere a pieno la nostra vita e non  dare MAI nulla per scontato! Stra- consigliato, un debutto eccezionale per questa nuova collana Dunwich.
Promosso a pieni voti!



venerdì 24 marzo 2017

Recensione "Stocaxxo che ti amo" di Antonella Maggio

Buongiorno lettori!
Avete letto bene, oggi vi parlo di un romanzo un tantino particolare sicuramente non adatto agli amanti del bon ton ad ogni costo. E' un romanzo per donne normali, a cui ogni tanto parte qualche termine più colorito, a donne vere che non hanno paura di volare, cadere e provarci ancora.
Tutto questo e molto altro è racchiuso nel nuovo romanzo di Antonella Maggio, pubblicata ancora una volta dalla Butterfly Edizioni, una realtà editoriale che non sbaglia un colpo, almeno per quanto mi riguarda!
Ma bando alle ciance, pronti a scoprire insieme questa storia?
Buona lettura!



Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Come si chiama?"

"Chi?"

"La donna che t'ha fregato!"

"Sei completamente fuori strada."

"E tu sei 'n mezzo ai guai!"

La vita di Miria fa schifo, è inutile girarci intorno. Ha perso il lavoro e il suo contratto d'affitto è in scadenza. La richiesta di un mutuo viene respinta e presto si ritroverà anche senza un tetto sopra la testa. Per svagarsi un po',  decide di passare una serata in un locale: una bella sbronza è proprio quello che ci vuole per spegnere il cervello qualche ora. Un paio di bicchieri dopo, incontra/scontra Cristian (senza acca) che rimane a dir poco scioccato dalla situazione. Miria rappresenta l'opposto del suo ideale di donna, ma proprio non riesce ad abbandonarla in quelle condizioni.

L'incontro fortuito e l'insolita notte, diventano il preludio di una storia altalenante in cui si ride, si litiga e poi si fa di nuovo pace. Cristian continua a pensare che Miria sia folle e assolutamente isterica, ma non riesce più a fare a meno delle sue stranezze e dei suoi sbalzi d'umore.

"Succede che credevo all'amore e poi ho scoperto che non esiste, ma ho continuato a sperare e mentre dicevo a me stessa di non illudermi, l'ho fatto, mi sono illusa, mi sono fatta male come sempre. Succede che ho incontrato Cristian e sono diventata una persona diversa o forse solo me stessa."

Quando arriva il momento di affrontare argomenti scomodi e verità finora nascoste, le cose si complicano e non poco. Sapranno andare oltre gli ostacoli e le diversità?

Antonella Maggio è una garanzia, anche quando dice le parolacce!
Mi piace il suo romanticismo velato, per nulla smielato, mi piace l'ironia che accompagna ogni dialogo della storia e la naturalezza con cui affronta anche le situazioni più spiacevoli. 
Miria è una donna che non si arrende, nonostante la vita le chiuda continuamente tutte le porte.
Ho apprezzato tanto anche Cristian che si è dimostrato un ottimo personaggio dall'inizio alla fine. 
Il romanzo ha una trama lineare, senza particolari colpi di scena e nemmeno il finale da favola.
L'autrice ci regala una storia molto più reale e concreta, con quel pizzico di dolcezza che non guasta.
Mi è piaciuto tutto di questo romanzo e ne consiglio la lettura!



giovedì 23 marzo 2017

Post-It d'autore #4

Buongiorno e ben trovati con la rubrica che amo di più, quella dei post-it d'autore!
Pronti a scoprire le citazioni che ho scelto questa settimana?



La scorsa settimana vi ho parlato della mia passione per una serie Tv, nell'appuntamento di oggi, invece, vi parlerò del mio film preferito. Potrei recitarvi, battuta per battuta, tutto il film ma non sarebbe proprio un bello spettacolo. Mi limiterò a farvi leggere le mie tre citazioni preferite del film!



_________________________________







_________________________________





Vi lascio anche il link per ascoltare una versione stupenda della colonna sonora 💓

💕 QUI 💕


Vi invito a visitare anche i blog delle mie compagne d'avventura dove troverete altre citazioni da non perdere!







Appuntamento alla prossima settimana!



mercoledì 22 marzo 2017

W.W.W. Wednesday #9

Bentrovati con l'aggiornamento settimanale dei libri che mi fanno compagnia.
Questa settimana sono tre titoli molto interessanti che sto amando/penso che amerò!
Buona lettura!



1. Quale libro hai finito?


Acquistalo, QUI

Quando ho letto il titolo, ho pensato che Antonella e Argeta avessero perso la testa, invece è la scelta più giusta che potessero fare per questo romanzo! E poi, la Maggio è una garanzia perciò, al diavolo i titoli! 😋


2. Quale libro stai leggendo?


Acquistalo, QUI

Altro titolo ironico e interessante. Sono a metà e mi sta piacendo molto.
Ve ne parlerò in occasione del blogtour al quale parteciperò proprio con la recensione.


3. Quale libro leggerai?


Preordinalo, QUI

L'ho appena ricevuto dalla casa editrice e non vedo l'ora di tuffarmi in questa nuova storia firmata da Lance Rubin. Ho amato 'Deathdate' e non vedo l'ora di scoprire il destino di Denton Little.



Queste sono state, sono e saranno le mie letture.
Attendo i commenti con i vostri titoli! 
Appuntamento alla prossima settimana 😃









lunedì 20 marzo 2017

Recensione "Fracture" di Barbara Bolzan

Buongiorno cuori librosi,
oggi vi parlo di un romanzo carinissimo della Delrai Edizioni, "Fracture", scritto da Barbara Bolzan.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI


LA RECENSIONE:

"Oggi so tutto. So cosa accadde e perché.
Posso raccontare le azioni che ci hanno condotti qui, il come e il quando.
So cosa accadde all'interno di stanze alle quali non avevo accesso, i discorsi e perfino i pensieri di ognuno. Oggi tutto è chiaro."

Quando Rya viene condotta al villaggio di Nemi, quest'ultimo non le dà un caloroso benvenuto. Nonostante si tratti di una graziosa fanciulla, che conquista ben presto il cuore di tutti, Nemi non riesce proprio a farsela piacere: c'è qualcosa in lei, nelle sue parole e nelle sue spiegazioni, di poco chiaro. Quell'aria da sprovveduta non le dona affatto e vuole scoprire il prima possibile le vere intenzioni della ragazza e la sua identità.

"Le sue labbra sottili erano vicine e sorridevano ancora. Protesi maggiormente il viso, sfidando la sorte. Potevo sentire sulla pelle il calore del suo respiro."

Rya sa benissimo che continuare a nascondersi, a sé stessa e agli altri, non porterà nulla di buono, ma per la prima volta in vita sua sente di essere apprezzata e accettata per quello che è. Nessuno vuole costringerla a matrimoni combinati e di convenienza, nessuno pretende dimostrazioni di alcun tipo. Il rapporto con Nemi è uno stimolo continuo, i loro scambi di sguardi  sono carichi di tensione e attrazione. 

"Mi sforzai di ricordare a me stessa che non avevo niente da spartire col ribelle. Avevo dei doveri nei confronti della mia famiglia e nei confronti di mio marito- esattamente in quest'ordine-, e dovevano venire prima di tutto, era sempre stato così. Io ero Rya di Temarin, ero la sorella della sovrana, ero la signora di Idrethia e presto sarei diventata regina."

La pace e l'equilibrio da poco ritrovati hanno vita breve.
Il passato, con tutta la sua forza, ritorna prepotentemente alla luce ricordandole a chi deve la sua lealtà. Le è stato assegnato un ruolo e, per quanto voglia cambiarlo e combatterlo, al destino non si può sfuggire.

Ho iniziato questo libro per caso e, dopo qualche ora, mi sono ritrovata all'epilogo.
Se c'è una cosa che posso assicurarvi, è che il mondo fantastico ricreato dalla Bolzan, vi conquisterà totalmente. In effetti, l'ambientazione e la prosa dell'autrice sono gli elementi che più ho apprezzato del romanzo. La scrittura coinvolge pienamente il lettore che viene trasportato in un tempo lontano popolato da re e regine, regni da difendere e complotti da sventare. I personaggi sono molti e, non sempre, ben caratterizzati. Rya e Nemi sono due protagonisti affascinanti, misteriosi e dal forte temperamento. Sinceramente non so ancora cosa pensare di loro e di altri personaggi che vengono appena delineati. Sicuramente è una buona base, con una trama interessante ancora tutta da svelare.
Sono davvero curiosa di scoprire cosa ne sarà di Rya e del regno di Temarin!
Promosso con riserva per il momento!


sabato 18 marzo 2017

Recensione "Ti odio, anzi no, ti amo!" di Sally Thorne

Buongiorno lettori,
oggi vi parlo di un romanzo carinissimo edito da Harper Collins, "Ti odio, anzi no, ti amo!", scritto da Sally Thorne.
E' una storia che ho apprezzato moltissimo, vi spiego perché.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Ho una teoria personale. L'odio e l'amore si assomigliano in modo inquietante. Ci ho ragionato a lungo e queste sono le mie conclusioni.
Sono entrambi sentimenti viscerali."

Lucy e Joshua si odiano. E' un dato di fatto ed è sotto gli occhi di tutti alla Bexley & Gamin. Le due realtà editoriali per le quali lavoravano, si sono fuse insieme per superare la crisi, risultato? Ora lavorano uno di fronte all'altro e  passano le giornate a battibeccare su qualsiasi cosa.
Una promozione importante, non fa che aumentare la competizione e l'astio tra i due. Sarà una sfida senza esclusione di colpi!

Lo ami. Lo ami. Lo hai sempre amato. Più di quanto tu non lo abbia mai odiato. Ogni giorno, fissavi quest'uomo, tanto che sei arrivata a conoscerne ogni espressione, sfumatura e colore. 
Tutti i giochi che ti inventavi servivano ad avvicinarti a lui. A parlargli. A fare in modo che posasse gli occhi su di te. Che ti notasse.
"Sono proprio un'idiota" mormoro.

E' sfiancante avere a che fare con Mr Templeman, bisogna sempre avere la risposta pronta e aspettare la prossima mossa per sabotarla. I colloqui per ottenere la promozione si avvicinano e Lucy deve rimanere concentrata sull'obiettivo ed evitare il più possibile i contatti con Joshua, impresa non facile nel momento in cui si rende conto che, forse, in realtà non lo ha mai odiato davvero.

"Mi spiace che tu abbia sofferto a causa mia. Avrei dovuto proteggerti da me stesso. Da tanto tempo ormai, aggredisco prima di poter essere aggredito. Sei stata il mio bersaglio per settimane, mesi, e hai saputo tenermi testa come nessun altro."

Lucy è sempre stata una persona cordiale, disponibile con tutti e simpatica, ma Joshua non le ha mai permesso di mostrare queste qualità. Il loro rapporto è costantemente sul filo del rasoio, pronto a precipitare all'improvviso. Eppure, entrambi, sono costretti a ricredersi: con un po' di impegno e meno tensione, le cose tra loro funzionano e anche discretamente bene. 
E se dietro le continue scaramucce e battute velenose si nascondesse altro?

Avevo sentito parlare benissimo di questo romanzo perciò, approfittando di un'offerta, non me lo sono fatto scappare. Le mie aspettative sono state ampiamente soddisfatte, questo romanzo è troppo carino! Crostatina e Mr Templeman rappresentano i classici opposti che si attraggono: lei dolce e disponibile, lui serio e distaccato. I loro battibecchi in ufficio sono esilaranti, le loro sfide sono sempre senza esclusione di colpi, anche i momenti più teneri possono rovinarsi in un secondo con una parola sbagliata. E' incredibile vedere che questa tensione/attrazione tra loro non cambia, anzi, con lo scorrere delle pagine, la cosa va in crescendo. Il cuore del lettore rischia di esplodere in più punti.
Ho fatto il tifo per loro fin dall'inizio, probabilmente avrò già letto centinaia di romanzi dalla trama simile, ma la Thorne ci regala una storia ben scritta, con dialoghi brillanti e personaggi che restano nel cuore, La prosa scorrevole ha reso la lettura ancora più piacevole. Mi sono ritrovata alla fine senza rendermene conto! Questo libro mi è piaciuto moltissimo, non posso che consigliarne la lettura!



venerdì 17 marzo 2017

Recensione "La morte avrà i tuoi occhi" di Josh Malerman

Buon pomeriggio cuori librosi,
voglio parlarvi di un thriller particolarissimo che ho divorato in poche ore.
Si tratta di "La morte avrà i tuoi occhi" di Josh Malerman, edito da Piemme.
Buona lettura!



Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"Un blackout. Stanno spegnendo il mondo esterno.
Nessuno possiede le risposte. Nessuno sa che cosa sta succedendo. La gente sta vedendo qualcosa che la spinge ad aggredire il prossimo. Ad aggredire se stessa.
La gente sta morendo.
Ma perché?"

Era un giorno come un altro quando le apparizioni sono cominciate.
Tutto d'un tratto, alcuni hanno iniziato a vedere delle cose e sono impazziti facendo del male agli altri e a sé stessi. C'è chi pensa a un fenomeno di isteria di massa, chi non dà peso alla cosa e che invece la prende molto sul serio e inizia a coprire le finestre di casa e fare scorte di cibo in scatola.
Così è cominciata.. Malorie e sua sorella si trovano nel bel mezzo di questo periodo di transizione e, ben presto, scopriranno sulla propria pelle che c'è davvero qualcosa lì fuori. Dopo aver visto la follia di Shannon, Malorie prende una decisione drastica.. chiuderà gli occhi, forse per sempre.

"Te la racconti così, dicendoti che hai aspettato tanto perché volevi che i tuoi bambini fossero pronti. Ma sai che non è vero. Hai aspettato anni perché sai che durante questo viaggio sul fiume, dove ti aspettano nel buio uomini che hanno perso la ragione e lupi famelici, dovrai fare qualcosa che non fai da quattro anni.
Dovrai aprire gli occhi."

Dopo aver trovato rifugio in un alloggio di fortuna, insieme ad un piccolo gruppo di sopravvissuti, Malorie affina l'udito per compensare il mancato uso della vista. E' incinta e teme per l'incolumità del nascituro. C'è chi dice che sarebbe meglio accecarlo da subito ed evitargli quella privazione forzata a cui tutti si sottopongono, ma Malorie non ne ha la forza. Quando la situazione precipita e resta di nuovo sola, l'unica speranza è percorrere il fiume e tentare di raggiungere un nuovo rifugio dove gli uomini riescono a vivere ormai in maniera autonoma e a tenere lontane le creature che hanno causato tutto questo. Il viaggio sarà estenuante e difficile, considerando che dovrà farlo bendata, le insidie e i pericoli potrebbero nascondersi ovunque, lungo il tragitto. Ma ha aspettato fin troppo. 
E' tempo di scopire se è davvero possibile vivere di nuovo una vita "normale".

Avevo puntato questo titolo fin dalla sua uscita, due anni fa, perciò quando l'ho trovato a metà prezzo su Libraccio non ho resistito e... ho fatto bene!
L'ho divorato in pochissime ore, avvolta da un'angoscia e un'inquietudine in crescendo. Non lo definirei proprio un thriller al 100% , c'è anche una componente paranormal a mio avviso. La situazione è oltremodo paradossale. Gli uomini vedono 'cose' e impazziscono.. e queste visioni, come un virus, si propagano rapidamente fino a costringere i sopravvissuti a non aprire più gli occhi se non dentro case opportunamente oscurate. La tensione si taglia con un coltello e non diminuisce con lo scorrere delle pagine, anzi. Malorie è un ottimo personaggio, ammiro la lucidità e la calma che le permettono di agire in modo giusto e di sopravvivere. Il finale non mi ha pienamente soddisfatto, ma non posso dirvi il perché per non rovinarvi un'eventuale lettura. Diciamo che speravo tutt'altra cosa. La narrazione è portata avanti con un ritmo serrato e incalzante, la suspense è ai massimi livelli e, in alcuni punti, mi sono ritrovata anch'io con il fiato sospeso. La trama è geniale, soprattutto se consideriamo che si tratta di un romanzo d'esordio. Mi è piaciuto molto, finale escluso.
Lo consiglio 'ad occhi chiusi' . 😆





giovedì 16 marzo 2017

Post-It d'Autore #3

Buongiorno cuori librosi,
torna l'appuntamento con i post-it d'autore e le citazioni tratte da libri, canzoni, film e serie tv.
Questa settimana, le mie citazioni saranno un omaggio alla fine di una serie storica che ho amato moltissimo, 'The Vampire Diaries'.
Buona lettura!





Tutto è iniziato da qui...



Poi le cose hanno preso una piega diversa, amori diversi, storie incredibili..
Dolore, amore, sofferenza, gioia.. un mix di emozioni da far scoppiare il cuore.






Sarebbe impossibile racchiudere le frasi che ho amato di più in tre soli post it, ma queste sono in assoluto le mie preferite!




Vi invito a visitare anche i blog delle mie compagne d'avventura:







mercoledì 15 marzo 2017

Segnalazioni

Buon pomeriggio lettori,
vi lascio qualche segnalazione interessante. Buona lettura!





Acquistalo, QUI


Alexandria non sa se ce la farà ad arrivare viva al suo diciottesimo compleanno e al fatidico Risveglio. Il fanatico Ordine di Thanatos, a lungo dimenticato, la sta cercando per eliminarla, e se il Consiglio dovesse scoprire cosa è successo davvero durante l'attacco al Covenant dello stato di New York, la sua sorte sarebbe ugualmente segnata. E così pure quella di Aiden, la Sentinella di sangue puro che farebbe di tutto per proteggerla. Non solo: ogni volta che si "allena" con Seth, il primo Apollyon, le compare sulla pelle un nuovo simbolo della speciale natura divina che li lega indissolubilmente e cresce il rischio di anticipare il momento del Risveglio, con conseguenze inimmaginabili e forse persino devastanti. 

Come se non bastasse, all'improvviso una rivelazione sconvolgente cambia ogni cosa e Alex, intrappolata tra sentimenti e necessità, impara a proprie spese di chi si può davvero fidare... e chi, invece, l'ha ingannata fin dall'inizio. 

Quando gli dei si riveleranno e la loro collera si scatenerà, in pochi sopravvivranno. E solo chi rimane saprà se davvero l'amore può sconfiggere il destino.




Martin Borg ha pagato caro per arrivare a essere lo stimato e famoso proprietario del locale più in voga a Malta: il Troublemaker. Di sera, è l'uomo del mistero, lo chef dal fascino irresistibile, cui basta uno sguardo per avere le donne ai suoi piedi. Di giorno, è il ragazzo dai mille problemi, un'anima persa che non riesce a liberarsi da un passato ingombrante che è come un chiodo al cuore. Non può dimenticare la casa dal tetto rosso, le ingiustizie subite e l'abbandono delle persone più care, e la sua vita è una continua lotta contro gli incubi. Bravo a incasinare tutto, pieno di rimorsi e colpe, è in cerca di riscatto. Sarà l'incontro fatale con una ragazza diversa dalle altre a mostrargli che anche un combina guai come lui merita amore. Perché l'unico modo per superare le proprie paure è affrontarle insieme a chi ci ama davvero...





“A te hanno spezzato il cuore. Il mio, invece, l’hanno preso e portato via con la forza.”
Bastano cinque parole pronunciate dalla donna che credeva di amare per far sì che la vita di Tyler Keyes venga stravolta e il suo cuore si spezzi in due.
La stessa notte, ma a settecento miglia di distanza, la parte migliore della vita di April Holland scompare per sempre per colpa di una tragica fatalità.
Alla ricerca di una nuova prospettiva di sé, Tyler parte in un viaggio on the road. April, invece, nel tentativo di colmare il vuoto che ha dentro, volta pagina nel modo più sbagliato possibile.
Il caso farà incrociare le strade dei due ragazzi, e complice un’attrazione a cui è difficile resistere, Tyler e April si legano l’uno all’altra. Ma il destino non ha ancora terminato con loro. Qualcosa che non si aspettano accadrà. Qualcosa che li porterà a realizzare che non c'è resa più dolce di quella dell'amore.



Acquistalo, QUI


Mina è una piccola lacrima in fuga, perché stanca di portare solo dolore a tutti quelli che incontra.
In cerca di una pozzanghera in cui buttarsi, inizia una storia di viaggio e di scoperta, durante la quale farà incontri strabilianti e bizzarri!
Intanto, il saggio Guardalacrime, esclamando “perbacco, mi metterà nei guai!”, inizia la sua ricerca e… La ritroverà?

Una storia che affronta il tema delle emozioni e della bellezza dell’esternare i propri sentimenti.
Una storia che ci ricorda quanto sia importante non fermarsi alle apparenze. Imparare ad apprezzare se stessi e i propri talenti. Confidarsi con chi ci vuol bene.


W.W.W. Wednesday #8

Buongiorno lettori,
torna, come ogni mercoledì, l'appuntamento con i miei aggiornamenti di lettura!
Aspetto anche i vostri, naturalmente!



1. Quale libro hai finito?


Acquistalo, QUI

Ve ne parlo questo fine settimana sul blog! Intanto posso solo dirvi che l'ebook è in promozione e che dovreste farci un pensierino.. merita!!!


2. Quale libro stai leggendo?


Acquistalo, QUI

Ho ricevuto questo thriller/giallo direttamente dal traduttore. Al momento è disponibile solo in ebook e sono ancora indecisa sul giudizio. Vedremo cosa mi riserverà nel finale!

3. Quale libro leggerai?


Acquistalo, QUI

Non vedo l'ora di scoprire questo romanzo. La copertina e la trama mi ispirano moltissimo!!


Vi do appuntamento alla prossima settimana e aspetto i commenti 💓