venerdì 28 aprile 2017

Recensione "Dove tutto è a metà" di Federico Zampaglione e Giacomo Gensini

Buongiorno lettori,
oggi vi parlo di un romanzo uscito da pochissimo per Mondadori e che vanta due grandi autori: Federico Zampaglione, frontman della band dei Tiromancino, e Giacomo Gensini, scrittore e sceneggiatore di successo.
Il romanzo si intitola, "Dove tutto è a metà", ed è un connubio perfetto di scrittura e musica.
Buona lettura.


Acquistalo, QUI

LA RECENSIONE:

"A quel punto si misero a suonare e andarono avanti tre ore, sentendosi bene, sentendosi una tribù di fratelli, sentendosi invincibili e senza più un dubbio sul loro futuro.
Neanche uno."

Lodovico, Lodo per gli amici, è il cantante di una band romana di discreto successo, i Bangers. E' segretamente innamorato di Giulia ma non trova il coraggio, e le parole, per dichiararsi. Il ragazzo è affetto da una forma acuta di timidezza tanto da avere il terrore del palco e del pubblico. In realtà la sua mente è affollata da interrogativi: la musica è la sua strada? C'è un futuro per i Bangers o si tratta solo di un passatempo da ragazzi? 
L'incontro, inaspettato e in circostanze bizzarre, con Libero Ferri, cantante pop di successo, è l'occasione giusta per provare a rispondere a queste domande.

"Dice che era famoso: era, quindi non lo è più e di conseguenza presumo si trovi in un momento emotivamente difficile. Un uomo può sentirsi fragile come un guscio d'uovo talvolta: dipende da come noi vediamo noi stessi, più che da come il resto del mondo vede noi."

In realtà, Libero si pone più domande di Lodo. 
Il successo e la fama di una volta, sono solo un ricordo sbiadito nella memoria di qualche appassionato di musica. Ma il mondo sfavillante della notorietà gli ha voltato le spalle già da tempo. Solo Luna è stata in grado di restargli accanto, nonostante tutto. In Lodo vede sé stesso e la possibilità di ricominciare ancora, la speranza di non essere un uomo finito.

"Non aveva voglia di rivelare a quel semi estraneo alcuni dei suoi segreti più inconfessabili. Che ovviamente avevano a che fare con la sua paura del palco. Quella paura assoluta del palco che lo portava a imitare modelli che essendo di successo lo rassicuravano. Ma questa era una cosa che non aveva mai confessato a nessuno, figuriamoci confessarla a Libero Ferri, che quella paura del pubblico non doveva averla mai avuta."

Lodo ha tutto ciò che Libero vorrebbe avere. E' giovane e di grande talento, ha tutta una vita davanti per realizzarsi, per sbagliare, cadere e poi rialzarsi, cosa che lui non riesce più a fare. E' sempre stato un uomo sicuro di sé, ma il tempo e la paura di sembrare solo un fallito, agli occhi del mondo, hanno minato ogni briciolo di autostima riducendolo all'ombra di sé stesso. 
La situazione sentimentale di entrambi è in bilico e l'unica consolazione che conoscono per superare le difficoltà, è la musica.

Questo romanzo è stato, senza dubbio, una lettura interessante. 
Abbiamo due protagonisti maschili, diversissimi per età, carattere e personalità, ma complementari tra loro. Ho trovato in Libero, il mentore perfetto per Lodo. Nonostante in alcuni punti sia stato brutale e diretto, ho apprezzato l'equilibrio che si crea tra i due. Le due donne del romanzo, Luna e Giulia, non sono state in grado di rubare la scena, anche se ho apprezzato molto di più Luna, tra le due. I Bangers, sono una buona spalla per Lodo, i ragazzi del gruppo sono ben caratterizzati e hanno una loro rilevanza ai fini della trama. Per quanto riguarda la prosa di questi autori, non ho rilevato alcuna discrepanza di stile, nonostante sia stato scritto da due menti diverse. Mi è piaciuta moltissimo la scelta di porre, come descrizione di ogni singolo capitolo, il titolo di canzoni storiche, più o meno note, sono state una piacevole colonna sonora per la lettura.
La trama ha una sua linearità e un suo messaggio, non troverete scene d'amore spassionate, né misteri o colpi di scena, si tratta più del diario di un sogno e della voglia di ricominciare grazie alla musica, la sola e unica vera protagonista del libro. 
Mi è piaciuto molto e lo consiglio.


Vi lascio il link per ascoltare il brano/ colonna sonora del libro: QUI


1 commento:

  1. Oltre che un bravo cantante, anche un bravo scrittore ♡

    RispondiElimina