martedì 9 giugno 2015

Recensione libro "Cancella il giorno che mi hai incontrato" di Leisa Rayven

Sono pronta a parlarvi della mia ultima lettura.
Un romanzo di Fabbri Editori, scritto da Leisa Rayven, "Cancella il giorno che mi hai incontrato", meglio conosciuto come "Bad Romeo".
Si tratta del primo capitolo di una duologia che si concluderà l'11 Giugno con l'uscita di "Puoi fidarti di me".


LA COPERTINA:




LA TRAMA:

Cassandra e Ethan. Quando sono sul palco insieme, a nessuno sfugge l’attrazione e la potente alchimia che si sprigiona tra loro appena si sfiorano o si guardano negli occhi. Una passione che toglie il respiro, davanti alla quale è impossibile restare indifferenti. Tanto che all’Accademia d’Arte di New York vengono scelti come protagonisti per lo spettacolo di fine anno, Romeo e Giulietta, la storia d’amore più famosa di tutti i tempi. 
Però, una volta calato il sipario e smessi gli abiti di scena, il rapporto tra Ethan e Cassandra si rivela complicato e ingestibile. Lei è la classica brava studentessa, timida, ingenua e sempre pronta ad assecondare il prossimo pur di farsi accettare. Ethan invece è bello e dannato, con un volto da angelo ribelle a cui nessuna ragazza può resistere. Lasciarsi sembra l’unica soluzione per continuare a sopravvivere, anche se il dolore è devastante, soprattutto per Cassandra. Rimasta sola a New York deve ricominciare da zero partendo proprio da se stessa e dal suo cuore tradito. Mentre Ethan, baciato dal successo, è in tournée in giro per l’Europa. 
Anni dopo, scritturati di nuovo per interpretare una coppia di amanti, Cassandra e Ethan si ritrovano sul palco ad affrontare i demoni del loro passato e il fuoco di quella passione che, nonostante il tempo, non ha mai smesso di ardere. Ma può un amore così intenso e lacerante finire davvero?

LA RECENSIONE:

"Incolpo lui, ma sono io la responsabile. Sono io la stupida, io quella romantica, ingenua.
Ho visto solo ciò che volevo vedere. Ho sentito solo quello che volevo sentire. Lui ha recitato la sua parte. A volte è nei miei occhi pieni di lacrime, ed è la cosa più bella che abbia mai visto."

Cassandra ed Ethan si ritrovano dopo tre lunghissimi anni di silenzio e frecciatine a colpi di copertine. Sono due attori di teatro con una certa notorietà, arrivati alla ribalta grazie ad una interpretazione magistrale ed originale della tragedia shakespeariana, "Romeo e Giulietta".
Sul set della nuova commedia che sono chiamati ad interpretare, i due devono ritrovare quella sintonia per il bene dello spettacolo, ma per Cassandra si apre solo una scatola di dolorosi ricordi.

"Diciamo che se si scusasse, cosa decisamente improbabile, non cambierebbe niente. Lui è sempre lui e io sono sempre io. Siamo due calamite giganti che girano e girano, attraendosi e respingendosi."

Con gli anni i ruoli sembrano essersi invertiti. Mentre prima era Cassie a cercare di far breccia nel cuore di pietra del suo "bad Romeo", oggi è Ethan che non riesce a perdonarsi gli errori del passato ed è pronto a fare qualsiasi cosa per lei. La tensione, così come la grande sintonia, è palpabile tra loro, se ne accorgono tutti quelli che gli stanno intorno. Ma non è abbastanza.

"Adesso so che mi sbagliavo. Che tu eri diversa.
Che sei diversa.
Nascoste sotto tutte le cazzate che mi hanno spinto ad allontanarti, alcune parti di me ti sono rimaste attaccate anche dopo che ne sono andato. E adesso senza di te non sono più niente."

Ethan afferma di essere diverso, di essere cambiato a seguito della presa di coscienza dell'errore che ha fatto lasciando Cassandra. Ma basterà questo? Possono delle banali scuse curare quella ferita che ancora sanguina in lei?


IL MIO GIUDIZIO:

Parere in forse su questo romanzo.
Avevo delle aspettative abbastanza alte e non sono rimasta pienamente soddisfatta o colpita dal libro.
Personaggi con molto potenziale, soprattutto quello di Ethan Holt, che però nel corso del romanzo annoia. Il suo disturbo affettivo e la conseguente ansia nel rapportarsi con Cassie, rendono il suo comportamento fin troppo esasperato. Ad un certo punto sospiravo anche io per arrivare ad una benedetta svolta!
Lo stile dell'autrice è semplice e lineare, la narrazione in due tempi dimostra il cambiamento dei personaggi dal passato al presente.
Per il momento rimango dubbiosa sul giudizio, in attesa di leggere il seguito della storia di questi moderni e tormentati Romeo e Giulietta.

2 commenti:

  1. Mmm, io avevo così tanto sentirò parlare di bene che mi ero convinta e l'ho comprato! Lo devo ancora leggere però! :/

    RispondiElimina
  2. Ciao, bella recensione *-*
    Io avevo tanto sentito parlare di questo libro, ma alla fine non è che mi sia piaciuto particolarmente (trovi la mia recensione qui c: ) … Non so, l’ho trovato abbastanza gnocco e poco originale, anche se per fortuna Cassandra è finalmente una protagonista un po’ tosta e diversa dalle solite sovreccitate a cui siamo abituati ahah
    Un libro carino, insomma, ma non direi il capolavoro che mi aspettavo, purtroppo.
    Un saluto :3,
    Rainy

    RispondiElimina