venerdì 24 novembre 2017

Recensione "Il fiore d'inverno" di Corina Bomann

Buongiorno lettori,
oggi vi parlo dell'ultimo romanzo di Corina Bomann, "Il fiore d'inverno", la storia perfetta per affrontare questo periodo pre natalizio.
Buona lettura!


Acquistalo, QUI

Nella notte tra il 4 e il 5 dicembre 1902, una violenta tempesta infuria sulle lunghe spiagge sabbiose di Heiligendamm, sul Mar Baltico. Intanto, nell’elegante albergo della famiglia Baabe, fervono i preparativi per un’occasione speciale: il ballo di Natale nel castello del granduca, che inaspettatamente ha inviato loro un invito. Il momento ideale per annunciare in grande stile il fidanzamento della giovane Johanna con uno dei migliori partiti della città. Ma c’è un segreto che la ragazza non ha mai avuto il coraggio di rivelare a nessuno, nemmeno al fratello maggiore Christian, da sempre suo confidente: l’amore per Peter, la cui famiglia è nemica giurata dei Baabe da decenni. E a turbare i grandi progetti dei genitori arriva un altro evento inaspettato: durante una cavalcata sulla spiaggia, Christian trova una ragazza dai lunghi capelli neri riversa sulla battigia, priva di sensi. Fra le dita stringe ancora con forza il rametto di un ciliegio. Chi è questa donna che ha dimenticato perfino il suo nome? E perché l’unico ricordo che conserva è legato alla misteriosa leggenda dei “fiori di santa Barbara”? Davvero un rametto tagliato il 4 dicembre può fiorire a Natale realizzando i desideri più nascosti? 

Corina Bomann torna con un romanzo eccezionale, romantico e natalizio.
Adoro le storie ambientate in altre epoche, anche se in questo caso non siamo poi così lontani dai nostri giorni, e la dimora dei Baabe è lo scenario perfetto per una storia complicata fatta di segreti e antichi rancori. La storia d'amore tra Johanna e Peter ricalca molto quella impossibile di Romeo e Giulietta, osteggiata da entrambe le famiglie per dissapori mai sopiti.
Anche l'erede della famiglia, Christian, non vive momenti sereni ma la situazione migliora con il salvataggio di una misteriosa ragazza. 
I due fratelli hanno un legame speciale e sono accomunati dall'avere un gran cuore capace di amare oltre le convenzioni sociali e gli ostacoli.

Era viva.
Fu in quel momento che si accorse del rametto che teneva in mano,
stretto in una morsa che nemmeno lui riuscì a forzare.
Cosa significava?

Ho provato da subito una gran interesse per il significato celato dietro i 'rametti di Barbara', è sempre bello imparare qualcosa di nuovo con i libri. La vicenda si sviluppa molto velocemente in pieno clima natalizio. L'autrice mostra tutti gli usi e i costumi della società del tempo, incantando il lettore con descrizioni minuziose e accurate dei paesaggi. La prosa della Bomann si conferma magistrale e un vero piacere per gli occhi e per la mente. Ogni cosa, in questo libro, è curata alla perfezione.
I personaggi sono ben costruiti e descritti nell'aspetto fisico e nella personalità, i sentimenti sono il motore dell'intera vicenda e ci fanno sognare ad occhi aperti.
E' stata una lettura perfetta e la consiglio per affrontare il periodo delle feste.
Promosso a pieni voti!



7 commenti:

  1. Quanro mi incuriosisce, grazie, stavo per saltarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Bomann è una garanzia! Io li sto recuperando tutti!

      Elimina
  2. Inserisco subito in whish, mi capita raramente con questo genere di libri, ma mi è piaciuta la tua recensione.

    RispondiElimina
  3. Come ti ho già detto, la tua recensione ha aumentato la mia voglia di leggere questo libro. Non vedo l'ora di comprarlo!

    RispondiElimina
  4. Inserisco in wishlist, sono proprio curiosa di leggere qualcosa dell'autrice!

    RispondiElimina
  5. Bellissima recensione. :)
    E' già nella mia lista dei libri da leggere, spero di recuperarlo quanto prima, la trama mi affascina moltissimo.

    RispondiElimina