lunedì 5 settembre 2016

Recensione "Il gioco del male" di Angela Marsons

Buongiorno cuori librosi!
Oggi vi parlo di un thriller eccezionale, pubblicato la scorsa settimana da Newton Compton.
Si tratta del secondo capitolo dedicato alla detective Kim Stone ( trovate la recensione del primo libro, 'Urla nel silenzio', QUI ) scritto dalla brillante penna di Angela Marsons.
Buona lettura!


LA COPERTINA:



LA RECENSIONE:

"Non riusciva a liberarsi dal fascino che Kimberley Stone esercitava su di lei. Qualcosa di remoto si nascondeva in quegli occhi scuri, quasi da vampiro. 
(...) Sapeva di dover ricorrere a tutta la sua abilità manipolatoria per contrastare l'intelligenza calcolatrice che aveva percepito nella detective, ma sapeva che alla fine avrebbe vinto. Perché alla fine lei vinceva sempre."

Kim Stone è dotata di un'intelligenza e di un intuito sopra la media. Queste caratteristiche le hanno consentito una rapida ascesa all'interno delle forze di polizia, quasi nessun criminale resta impunito se è lei a guidare il caso. Alex è una stimata psichiatra dalla reputazione inattaccabile, la sua mente riesce a vedere dettagli che sfuggono all'occhio umano e che le permettono di manipolare a proprio piacimento la fragile psiche dei suoi pazienti. Due donne, due super professioniste. Che la battaglia mentale abbia inizio!

"Tutto si riduceva a un'unica domanda: era pronta a scendere in campo e a mettere in pericolo la sua psiche così fragile per scoprire la verità?
Ma poi, a conti fatti, aveva davvero scelta?"

Il modo più veloce per dimostrare che la psichiatra gioca con le menti dei pazienti spingendoli a compiere gesti estremi, è quello di mettersi in gioco in prima persona. Passato tragico? Presente. Trauma regresso? C'è anche lui. Kim è un caso perfetto per far uscire allo scoperto la dottoressa. Ma affrontarla significherà rivivere tutto, senza esclusione di colpi. Per la prima volta nella sua carriera, Kim deve affrontare un'avversaria formidabile che non si farà trovare impreparata.

"I sentimenti che provava per Alex erano altrettanto contraddittori. Odiava la dottoressa per la noncuranza con cui aveva giocato con le vite e le emozioni delle persone, tuttavia la sua abilità la affascinava. Odiava la psichiatra per averla scaraventata in mezzo alle sue peggiori paure, eppure la ammirava perché era quasi riuscita a distruggerla."

Un viaggio nel passato, omicidi strazianti che aspettano giustizia, un viaggio nella mente carico di suspense.. tutto questo è 'Il gioco del male'.


IL MIO GIUDIZIO:

Ho amato "Urla nel silenzio" e non vedevo l'ora di fiondarmi in una nuova indagine della detective più formidabile della storia. Ancora una volta la Marsons non delude, con una storia che incanta il lettore dall'inizio alla fine. Vengono svelati nuovi aspetti del complesso personaggio di Kim Stone, alla quale si contrappone una co-protagonista altrettanto complessa come la psichiatra Alex. La tensione psicologica è altissima, il duello fra le due è senza esclusione di colpi. L'autrice costruisce due personaggi di livello coerenti alla propria personalità fino alla fine. Amo i thriller psicologici, mi piace viaggiare nella mente e grazie all'autrice ci sono riuscita alla grande. 
Una scrittura fluida e diretta, ci accompagna nei vari scenari mantenendo la suspense ad altissimi livelli. E' difficile staccarsi dalle pagine. I due libri della Marsons sono senza dubbio i thriller migliori che ho letto quest'anno. Spero proprio di sentire ancora parlare di Kim Stone.
Consigliatissimo!!!

3 commenti:

  1. Ciao! Sarà una delle mie prossime letture... speriamo piaccia anche a me ^^

    RispondiElimina
  2. voglio leggerlo assolutamente!

    RispondiElimina
  3. Lo sto leggendo ora. Sono a metà libro ma già da adesso lo metto tra i miei preferiti del 2016.

    RispondiElimina