venerdì 27 marzo 2015

Recensione libro "Viaggio al centro della Terra" di Jules Verne

Buon pomeriggio lettori,
vi parlo della mia ultima lettura.
Si tratta di un grande classico della letteratura, "Viaggio al centro della Terra" di Jules Verne.

LA COPERTINA:


LA TRAMA:

Il professore Otto Lidenbrock trova in un vecchio libro una pergamena che contiene un messaggio cifrato scritto in caratteri runici. Il messaggio viene decifrato da Axel, nipote del rinomato professore di mineralogia che insegna in un prestigioso ginnasio di Amburgo dove vive. Il testo in latino contiene le indicazioni per raggiungere il centro della Terra attraverso un vulcano, lo Snæffels in Islanda.

LA RECENSIONE:

"La parola 'caverna' non serve bene a descrivere questo luogo smisurato. Ma le parole della lingua umana non possono bastare a chi si avventura negli abissi del globo."

Il giovane Axel affronta un viaggio eccezionale alla scoperta dei segreti della Terra. Suo zio infatti, a seguito del ritrovamento di una vecchia pergamena, decide di intraprendere un viaggio che li porterà nelle viscere più profonde del pianeta.
Sulla carta tutto questo può sembrare eccitante e divertente, ma ci sono non pochi interrogativi e problemi da affrontare.
Nessun uomo si è mai spinto così in fondo, non esistono prove su quello che la spedizione troverà sottoterra, ma solo teorie.

Il viaggio procede inaspettatamente bene ed il tutto viene documentato con attenzione. Ogni minimo dato e ritrovamento viene annotato sul diario di viaggio.
Tra momenti di sconforto totale, ritrovamenti eccezionali e paesaggi mai visti prima, i nostri eroi portano a termine un viaggio che li consacrerà alla gloria nel mondo della scienza.


IL MIO GIUDIZIO:

Da tempo questo grande classico stazionava nella mia libreria, e finalmente è arrivato il suo momento.
Ci troviamo senza dubbio di fronte ad una storia che fa sognare e viaggiare con la mente. L'amore per la scienza e la voglia della scoprire quali misteri si celano al centro della Terra, traspare chiaramente da ogni singola pagina. 
I paesaggi e gli scenari vengono descritti minuziosamente aiutando molto l'immaginazione del lettore. Il fulcro della storia non sono i personaggi ma il viaggio in sé.
Pur essendo un classico, è una lettura divertente e piacevole. Un ottimo approccio con l'autore.
Consigliato!

Nessun commento:

Posta un commento